Featured

Riforma esame avvocato, si parte nel 2018: pene severissime per gli aiuti esterni

Nuovo Esame da Avvocato 2018, tante novità e pene severissime per i "copioni": chiunque faccia pervenire in qualsiasi modo al candidato informazioni o testi relativi alla traccia proposta e’ punito con la pena della #reclusione fino a tre anni

Esame di abilitazione 2018: addio ai codici annotati, 7 materie obbligatorie per la prova orale dell’esame per avvocato e non solo…

Nessuna proroga del regime transitorio, l’esame si svolgerà secondo la nuova normativa. Come sarà quindi il nuovo Esame da Avvocato 2018?

esame avvocato 2018

Con l’esame da avvocato di Dicembre 2018 entra definitivamente in vigore la riforma forense, la nuova disciplina dell’ordinamento della professione forense cambia le modalità di accesso alla professione senza ulteriori proroghe: lo svolgimento delle prove scritte dell’esame da avvocato con il solo ausilio dei testi di legge senza commenti e citazioni giurisprudenziali sarà efficace a partire dalla sessione di esami scritti del dicembre 2018.

Ecco le principali novita’ del nuovo esame da avvocato 2018 e le rigidissime pene previste per chi cerca/riceve aiuti via cellulare o smartphone.

PROVA D’ESAME SCRITTA

Come ormai è risaputo, l’esame da avvocato scritto 2018 si svolgerà con il solo ausilio dei codici senza commenti e citazioni giurisprudenziali.

I codici non commentati verranno presentati e controllati nei giorni che precedono l’esame scritto.
All’inizio di ciascuna prova – idealmente “sincronizzata” in tutte le sedi alla stessa ora – il Ministero trasmetterà le tracce d’esame al presidente della Commissione d’Esame via PEC e queste saranno protette da un meccanismo di crittografia a chiavi asimmetriche per evitare ogni fuga di notizie.

Ogni candidato sara’ collocato nel suo posto in aula in modo casuale.

I candidati non potranno portare con se’ testi o scritti, ma soprattutto sarà rigorsamente bandita la presenza di strumenti di telecomunicazione – telefoni cellulari e smartphones – pena la immediata esclusione dall’esame.

Per evitare contatti con l’esterno- come già accaduto in alcune sedi d’esame negli anni precedenti –  i locali degli esami scritti saranno sottoposti al monitoraggio dello spettro radioelettrico con schermatura delle frequenze della telefonia cellulare e dei collegamenti wi-fi .

divieto cellulari: smartphone vietato all' esame da avvocatoSanzioni pesantissime anche per chi prova a fornire suggerimenti dall’esterno; chiunque faccia pervenire in qualsiasi modo ad uno o piu’ candidati, prima o durante la prova d’esame, informazioni o testi relativi alla traccia proposta e’ punito con la pena della reclusione fino a tre anni.

PROVA D’ESAME ORALE

Anche nella prova orale per l’esame da avvocato cambiano le modalità: le domande saranno individuate mediante estrazione svolta con modalità informatiche tra quelle contenute in un apposito database predisposto dal Ministero della Giustizia.
L’esame orale durerà dai 45 ai 60 minuti.
I praticanti avvocati saranno esaminati sulle seguenti 5 materie obbligatorie: ordinamento e deontologia forensi, diritto civile, diritto penale, diritto processuale civile e penale; oltre a queste l’interrogazione toccherà anche altre due materie, scelte preventivamente dal candidato, tra le seguenti: diritto costituzionale, diritto amministrativo, diritto del lavoro, diritto commerciale, diritto comunitario ed internazionale privato, diritto tributario, diritto ecclesiastico, ordinamento giudiziario e penitenziario.

Qui il testo completo

Discussioni sul Forum Avvocati  – Altre news su Praticanti.com

Discussione

commenti

Riforma esame avvocato, si parte nel 2018: pene severissime per gli aiuti esterni
4.5 (90%) 16 votes
Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

To Top

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com